Viaggio in terre sospese

VIAGGIO IN TERRE SOSPESE (1975)

Con questa sequenza di immagini ho cercato di rispondere alla velocità ed alla simultaneità delle impressioni visive vhe mi colpirono viaggiando per una settimana in automobile nell’estate del 1975. Mi sono trovaro ad essere uno spettatore inchiodato nella saletta di proiezione della sua cabina-mobile avendo a disposizione la combinazione di tre schermi – parabrezza, specchietto retrovisore e specchietto laterale – che mi abdava trasmettendo tre diversi spezzoni di film, tre nastri di visioni rimandate dallo stesso luogo. Un’infinità dunque di stimoli e di montaggi che il paesaggio esterno mi andava srotolando davanti: così su quella scacchiera di specchi, sempre mutevoli, dove forse stavo sfidando il caso, la posta in gioco non poteva che essere il riconoscimento istantaneo di qualcosa che mi veniva richiesto dal dentro.

Comments are closed